martedì 21 giugno 2016

MAMME JET: Lettera di una mamma "slow"

MAMME JET:  Lettera di una mamma "slow"
Ricevo questa lettera da una mamma e ve la invio senza commenti da parte mia.  Da riflettere su tutto e in particolare sulla frase finale: "un figlio se non avete il piacere di vivervelo non mettetelo al mondo“. Aggiungo che le mamme e le famiglie "jet" sono una prerogativa delle classi sociali medio alte, intese tali solo economicamente.
LETTERA:
"....periodo di vacanza ....per i nostri bambini che hanno superato un lungo periodo scolastico molto impegnativo. ..oramai la scuola è la maggior parte del tempo che trascorrono e i programmi sono tosti...perché si chiede molto a loro anche scolasticamente.  ... VACANZE. ..EVVIVA...ULTIMO GIORNO DI SCUOLA....ma quando.  ?  L’ indomani sono già iscritti a centri estivi che vantano ogni ora programmi entusiasmanti. .. io mi chiedo se qualche genitore è mai stato catapultato in un entusiasmante programma di questi....
Vado al lavoro e li vedo piccoli con lo zainetto già stanchi ...alle 7 e mezza del mattino   8 calcio 9 tennis 10 arco..11 pallavolo...12 pranzo...13 magari nuoto per la gioia della digestione. .. w tutto fino alle 16 quando stanchissimi si portano a casa davanti alla TV crollano....
Ma tranquilli che poi ci sono le ferie famigliari  ...ibiza... sharm. ..crociera ... villaggi...così c’è il baby club. .. c è scuola di vela... . Di sub...di nuoto...tutti campioni...campioni delle nostre *********(censura di Ferrando)...ma povere creature....
Ma avete mai visto mamme jet ... non elicottero...jet....primo jettano i figli devastati da impegni... e loro...altro che elicottero...queste sono su un jet lontano chilometri da ciò che fa il figlio...
E chilometri dalle loro esigenze..
Che schifo dottore...perfino i commenti non hanno rispetto...andiamo li così li tengono. . 

Io ascolto spesso i bambini e loro rispondono verità. ... una bimba mi ha detto: ho pianto tutto il periodo mi mancava la mamma”....spedita a Londra nel college...per imparare l’inglese...a 7 anni..  ma fategli imparare il genovese, fateli dormire rilassare giocare e soprattutto fateli sorridere perché non si può sorridere se si è ogni ora programmati...ascoltatelo. ..e la prossima volta il jet prendetelo prima di ******(fare all’amore). .. un figlio se non avete il piacere di vivervelo non mettetelo al mondo...."

6 commenti:

  1. Caro Alberto




    questo è un problema sociale MA NON nel senso della lettera di questa mamma

    Le famiglie oggi, senza l'apporto della cosiddetta famiglia allargata (nonni), sono costrette a tenere i figli impegnati tutta la giornata (... lavorativa dei genitori).

    Non nego che ci siano genitori (ma perché solo le "mamme"?) che jet...tino i figli nelle mille attività per avere la giornata libera, ma, nella mia esperienza oramai piu' che ventennale di pediatra di famiglia, io vedo una stragrande maggioranza di casi di famiglie dove è il lavoro dei genitori a dettare i tempi con cui stare con i figli. Due genitori che lavorano, magari senza nonni o con nonni che lavorano a loro volta, hanno un unico problema: far tenere i figli da qualcuno mentre lavorano. I piu' fortunati hanno la possibilità di avere baby sitter, nonni a cui affidare i figli (nelle seconde case in campagna/mare/montagna), i meno fortunati (la maggioranza) ... devono arraggiarsi ... e capita anche che jet...tino i loro figli in un centro estivo

    Qui, in Italia, tutti si riempiono la bocca con la "famiglia" ma quando c'è da interessarsi della famiglia .... lo si fa solo quando si parla di coppie arcobaleno e figli di genitori omosessuali. NESSUNA (vera) politica della famiglia e per la famiglia quando ci sono due genitori lavoratori (precari per la maggior parte dei casi).

    Quindi ben vengano i centri estivi ... e non colpevolizziamo le mamme che sono costrette a lasciare i loro figli in queste strutture ...

    saluti (amari)

    michele fiore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alessandra giorgi22 giugno 2016 11:04

      Concordo in pieno!
      E soprattutto basta con il concetto che "una mamma che fa così è peggio/meglio delle altre". Ogni famiglia, ogni mamma, ogni bambino ha le sue caratteristiche e la sua storia che noi non conosciamo!
      Smettiamola di giudicare e piuttosto diamoci una mano, anche nel periodo estivo!!

      Elimina
  2. Buongiorno dottore. Solitamente leggo volentieri la sua rubrica, ma questa volta mi meraviglio della pubblicazione di una lettera colma di qualunquismo, giudizi superficiali e non ultimo, volgarità addirittura da censurare. Evidentemente non sono chiari i problemi lavorativi delle famiglie e le esigenze di gestione dei propri figli da parte di chi non può appoggiarsi ai nonni o ad altri parenti. E non sono molto chiari nemmeno i funzionamenti dei centri estivi, dove non ho mai visto proporre un bagno dopo pranzo, ad esempio, e dove i bambini è vero che si stancano, ma si divertono ed imparano cose nuove. Penso che i genitori che si sbarazzano dei figli esistano, ma accomunare a costoro chi manda i figli ai centri estivi in via generalizzata ritengo sia estremamente offensivo. Cordiali saluti

    RispondiElimina
  3. Buongiorno dottore, anche io mi meraviglio della lettera pubblicata ... non mi sembra proprio "nel suo stile". Questa fantomatica mamma si erge a giudice ma non siamo, purtroppo o fortunatamente, tutte mamme "fighe" in Ferrari.

    RispondiElimina
  4. concordo, articolo facilone e qualunquista

    RispondiElimina
  5. Buonasera Dottore, ho apprezzato la lettura di questa lettera, a mio giudizio il problema che voleva sottolineare questa mamma, un po' troppo infuriata, era che noi genitori ascoltiamo troppo poco i nostri figli, naturalmente non voglio sminuire l'importanza di determinate scelte fatte da genitori che per forza di cose decidono di mandare i propri figli in centri estivi, ma con questo non si può neanche negare che ci siano persone che lo fanno con superficialità senza ascoltare le esigenze dei bambini. Saluti Martina

    RispondiElimina